Conosci le proprietà del Tè bianco?

Quando si parla del tè, una bevanda dalla storia millenaria, subito sovvengono alla mente le due tipologie più conosciute: il tè nero e il tè verde. Spesso però non si è al corrente di quanto colorato sia questo fantastico mondo. Quanti per esempio conoscono il tè bianco? Molti non sanno che questa tipologia di tè è quella meno sottoposta a processi di lavorazione. Il suo nome è dovuto ai minuscoli peli bianchi che si trovano sulle foglie fresche; grazie alla singolare ma semplice lavorazione di questo tè, i suoi peli si mantengono al meglio e donano alle foglie il loro particolare colore. Una volta raccolte, le foglie fresche vengono lasciate appassire all’aria aperta. Durante il processo di appassimento, l’enzima presente nelle foglie viene attivato e causa una leggera fermentazione che regala loro un sapore unico. L’infusione risulta fresca, delicata e vellutata sul palato, con un retrogusto leggermente dolciastro.

I motivi per cui in Cina questa bevanda è molto apprezzata sono da ricercare, non solo nel suo gusto unico, ma anche nelle sue numerose proprietà benefiche. Il tè bianco, infatti, può aiutare a ridurre il livello glicemico presente nel sangue, inoltre è un ottimo antibatterico ed è ricco di amminoacidi.

Per gustare al meglio questa bevanda, Weiying Sun, esperta tè per Quarta e Nahò consiglia: mettere un cucchiaino di foglie (circa 3-4 grammi) per ogni tazza, mantenere la temperatura dell’acqua intorno ai 90-100 gradi, infine lasciare in infusione per circa 1-2 minuti.

Per promuovere la cultura di questa tipologia di tè, per tutto novembre sarà possibile acquistare presso i punti vendita Nahò di viale Japigia 20 e Quarta di via V. Fazzi 35 a Lecce il “Pai Mu Tan”, tè bianco biologico cinese, con uno speciale sconto del 20%.

 

In foto Weiyng Sun, autrice dell’articolo / © Pierpaolo Schiavone