Gelato si o gelato no? I consigli dell’esperta

L’estate volge alla fine per alcuni, ha ancora il sapore dell’attesa per altri. Certamente è ancora tempo di mare per chi vive in questa ultima terra di Puglia. Tempo di mare e di quel caldo afoso che scrive una voglia irrefrenabile di gelato…in spiaggia, come spuntino, oppure di sera, in città, durante una passeggiata tra i vicoli umidi. Ma poi c’è ancora l’attenzione per la linea e le credenze sul fatto che il gelato non sia propriamente adatto né alla dieta, né ad uno stile alimentare sano. Ma le credenze e i luoghi comuni vanno superati con informazioni corrette e scientificamente fondate ed è per questo che abbiamo chiesto un parere alla nutrizionista, la dott.ssa Federica Montefusco, che spiega:

Il gelato è un alimento adatto all’estate, bisogna solo inserirlo in maniera adeguata all’interno di un’alimentazione varia ed equilibrata. Dal punto di vista nutrizionale, in proporzioni variabili in base al tipo, il gelato fornisce carboidrati, lipidi, proteine, sali minerali e vitamine.

 

Per esempio, si crede che il gelato alla frutta equivalga a un pasto completo, in realtà bisogna sfatare questo mito. A spiegarcene le ragioni è sempre la nutrizionista:

Le proteine sono quasi totalmente assenti, inoltre non contiene fibra, ma soprattutto contiene zuccheri che tendono a causare picchi glicemici, mentre i grassi presenti sono prevalentemente saturi, da assumere quindi in quantità non elevate”. E aggiunge: “Attenzione però a non demonizzare il gelato. Proprio per i suoi valori nutrizionali, infatti, il può essere inserito in una dieta equilibrata: l’ideale sarebbe consumarlo come merenda, preferibilmente alla frutta con aggiunta di un paio di noci (o altra frutta secca), per garantirci anche il giusto apporto proteico e una discreta quantità di grassi insaturi, essenziali per il nostro organismo. Una merenda così composta è sicuramente indicata dopo un pasto frugale, magari consumato di fretta in pausa pranzo.

 

Ma -le chiediamo- come orientarsi nella scelta del gelato?

Intanto evitare i gelati industriali e prediligere quelli artigianali che non contengono conservanti e additivi. Preferire un cono o una coppetta piuttosto che una porzione più grande da portare a casa che renderebbe difficile regolarsi con le quantità. Per uno spuntino salutare possiamo scegliere di consumare un ghiacciolo alla frutta.

 

E se di ghiacciolo alla frutta vogliamo parlare non possiamo non scegliere il Diffy, ossia il ghiacciolo differente. Sì, differente. Differente perché è vegano ed è come mangiare frutta sotto zero (pensate sono composti dal 50 al 90% da frutta e la restante parte è acqua!). Differente poi perché è dolcificato con zucchero di canna grezzo e perché non ha conservanti né coloranti. Ma, soprattutto, differente perché unisce il gusto della tradizione Avio a quello della ricerca e dell’innovazione. Nel nostro punto vendita sono disponibili tutti i gusti: limone, menta, arancia e zenzero, maracujia, fragola, ananas, limone e zenzero, melagrana, latte di mandorla, pesca mango e arancia. L’alternativa? Acquistare la frutta, meglio se bio, e farselo in casa!