Farina di Chufa conosciamo le sue proprietà e utilizzi

Farina di Chufa: proprietà e  provenienza

La farina di Chufa, il cui sapore dolciastro è molto gradevole, proviene dal Tigernut  un tubero diffuso in Spagna, ricco di vitamina C ed E. Grazie al suo gradevole sapore, in Spagna, nasce l’horchata de chufa una bevanda tipica spagnola, ottimo digestivo grazie al suo alto contenuto di fibre amidi ed enzimi. Oltre ad essere ricca di vitamine, fibre, amidi ed enzimi questa preziosa farina è una fonte preziosa di minerali come:  fosforo, magnesio, calcio, ferro e amido ma non solo.  Ha  un bassissimo contenuto di sodio e non contiene ne glutine ne lattosio quindi è adatta anche a persone diabetiche, con celiachia o allergie al lattosio. Proprio per la sua ricchezza di nutrienti  viene considerata da molti esperti di nutrizione un alimento completo che può essere consigliato a tutti, donne incinta, bambini e anziani!

Benefici:

  • Apporta energia e minerali importanti.
  • Regolarizza le funzioni intestinali, grazie al contenuto di fibre.
  • Proprietà digestive e stimolanti delle difese immunitarie grazie al contenuto in amidi ed enzimi.
  • Apporta vitamina C ed E.
  • Favorisce il senso di sazietà e coadiuva le diete dimagranti grazie a l’elevata presenza di fibre che si gonfiano al contatto con i liquidi.
  • Previene l’arteriosclerosi.
  • Abbassa il colesterolo cattivo ad aumento quello buono.
  • Abbassa i trigliceridi.

La bevanda di chufa

Come si consuma? Il nostro consiglio è di gustarla semplicemente unendo 2-3 cucchiai ad un bicchiere di acqua, succo di frutta o latte vegetale  (circa 200 ml). Ma in giro si trovano anche tantissime ricette per crostate, pane, biscotti e tanto altro.

 

Seguici sulla nostra pagina Nahò cibo natura cultura per rimanere sempre aggiornato.

Foto di: Tigernuts.com