Stress da rientro: le regole per contrastarlo

Settembre un po’ per tutti è il mese in cui riprendere le attività. Sembra leggerlo come fosse un monito “fine ferie mai” e invece no, c’è un tempo per tutto e nulla è per sempre. O almeno non le ferie.

Gli inglesi lo chiamano “post vacation blues”, gli italiani più semplicemente “stress da rientro”. In comune c’è un ritorno a lavoro caratterizzato da irrequietezza, senso di stordimento, stanchezza, insoddisfazione, mal di testa e apatia. La mente, insomma, resta in vacanza mentre la routine lavorativa incombe. Si passa da giornate senza pensieri a una vita frenetica, spesso scandita da un’agenda piena, da cellulari che suonano e dal tempo che scorre troppo velocemente. Secondo l’Istat questo nuovo disturbo metterebbe a rischio oltre 6 milioni italiani, praticamente un italiano su 6, ma come cantano i Coldplay “Don’t panic”: la soluzione c’è ed è molto più facile di quanto si pensi. Bastano pochi accorgimenti per affrontare al meglio il disagio da “stress da rientro”.

Ricalibrate l’alimentazione, è il primo passo per contrastare lo stress e la stanchezza! Scegliete cibi ricchi di arginina, un aminoacido che aiuta a ritrovare l’energia mentale. Fate quindi il carico di frutta secca, latte, carne, uova, pesce e cioccolato fondente. Limitate i cibi troppo grassi come fritti, insaccati e dolci elaborati, a vantaggio di verdura e frutta di stagione che assicurano il giusto apporto di vitamine e sali minerali. Allo stesso tempo, fate il pieno di alimenti che contengono magnesio, coadiuvante del normale funzionamento del sistema nervoso. Nel vostro carrello della spesa non fatevi mancare semi di zucca, germogli di soia, frutta secca, datteri, spinaci, piselli, carciofi e fichi. E oltre alla mente nutrite anche il fisico con potassio, coadiuvante invece della normale funzione muscolare. Ne trovi in abbondanza nei seguenti alimenti: cioccolato fondente, banane, kiwi, uva, fagioli, patate, funghi, frutta secca, spinaci e avocado. Se opportuno, puoi aiutarti con un buon integratore, per esempio AxiMagnesio che ovviamente troverai tra i nostri scaffali di fitoterapia.

Provate poi a diminuire l’impatto del rientro con uno stile di vita più regolare. Riprendete le attività lavorative in maniera graduale concedendovi il giusto riposo. Se il vostro orologio biologico fa fatica a riassestarsi, potete aiutarvi con semplici rimedi naturali, per esempio una tisana a base di passiflora e valeriana. Anche in questo caso degli integratori naturali possono aiutare molto. Vieni in negozio, la nostra naturopata sarà ben felice di darti la giusta consulenza. Ritagliatevi momenti di relax durante la giornata e approfittate degli ultimi weekend di sole per lunghe passeggiate o per la lettura di un bel libro in spiaggia. Ricordate: la luce del sole è un ottimo alleato per riadattare l’orologio biologico ai nuovi ritmi e al cambio di stagione.

Concedetevi un po’ di sano e regolare movimento: il rilascio di endorfine che si genererà influenzerà positivamente sul tono dell’umore.

Provaci, siamo certi che con questi piccoli accorgimenti la partita la vinci tu!